sabato

Welcome Giant Arete 1 " Molothoff "



Welcome!! Giovedi 13 Marzo , come detto nel vecchio post , una nuova bike a preso il posto della mia " Poderosa " Rendez - Vous mod. AF2. Si tratta di una bike GIANT mod ARETE... Innanzi tutto , vorrei ringraziare i ragazzi
de
" LA STRANA OFFICINA " ( http://www.lastranaofficina.it/ ) per la pazienza avuta giovedi con un cliente " rompiballe " come il sottoscritto!!! Grazie a Marco e Francesco , per avermi accontentato nel farmi l ' assetto ideale della bici , smontando e rimontando spessori , pipette reggi - manubrio , freni e manopole tutte le volte che rientravo in negozio da un giro dell ' isolato e trovavo ancora la seduta sulla sella e l ' altezza del manubrio non adatte al mio modo di pedalare... Inoltre ho voluto invertire i freni , cioè portare l ' anteriore sulla mano destra e il posteriore sulla sinistra , per avere una frenata uguale alla moto!! Loro , smontavano e rimontavano il tutto in meno di 5 minuti e mi rimandavano fuori x un altra prova... Dai picchia e mena , dopo numerose prove , ecco l ' assetto perfetto!! Grande ragazzi!!! Siete dei Miti!!! Restava solo una prova su sterrato per vedere se il tutto era perfetto... Ed ecco il resoconto della giornata!!!

Stamani , forse x la gran voglia di provare il mezzo meccanico a due ruote , ho aperto gli occhi che erano le 7:30!!! Pazzo!!! Durante la settimana la mattina non mi alzo nemmeno se batte il terremoto , e stamani alle 7:30 sei gia in piedi? Mah... Comunque , vista l ' ora , sono rimasto nel letto ancora fino alle 8:30 , orario in cui è finito il telegiornale del mattino... Via a vedere fuori dalla finestra il tempo. Il monte davanti a casa mia è coperto... Il tempo non è dei migliori... Spero almeno che durante la mattinata migliori un pò!! Arriva mezzogiorno! Aspetto un sms del mio amico Davide , che mi avvisi che viene anche lui al " battesimo " della bike. Mangio verso le 12.30... Il messaggio non è arrivato. Davide non viene! Ok!! Sapevo che forse non sarebbe venuto , per cui mi vesto e scendo in garage. Prima della partenza , il rito.... attacco alla nuova bici , l ' adesivo con il mio nome! Ok!! Adesso posso partire!! Il percorso scelto : casa mia e subito salita al paese di Diacceto. 3 Km di salita con pendenze anche del 15%. Con mio stupore , arrivo al paese in meno di 12 minuti. Prima me ce ne volevano 15!! Bene!! Giro a destra dopo 500 mt prendendo la strada per il paese di Ferrano. Altri 3 Km , ma questa volta di " mangia e bevi "... A ferrano inizia il tratto di sterrato. E al ponte , la prima paura!! Arrivo a velocità... L ' imbocco del ponte è in discesa , e fà una curva a gomito di meno di 90°. Prima dell ' imbocco , " pizzico " il freno anteriore come facevo con l ' altra. Spavento!! Sento la leva del freno venire verso il mio palmo senza sforzo , come se avessi rotto il filo... Ero abituato a sentire subito mordere , con la leva che si induriva... Allora penso in una frazione di secondo : " Cavolo , non ce la faccio a girare la curva!! Mi pianterò contro il muretto!! " Mi attacco al freno posteriore con tutta la forza della mia mano. Inchiodo la ruota posteriore!! Entro in controsterzo sul ponte!! Il terreno fangoso non aiuta... Ma in questa frenata al limite la bici non si scompone di un millimetro!! Passato lo spavento , ripenso . " Ma cavolo!! Ho i freni a disco idraulici... Ero abituato ai V - Brake... Per forza che sento la leva morbida!! " E mi dò del " pollo " per un pò!!! Riprendo a pedalare regolare.... Ripenso sempre alla frenata del ponte... Se i freni sono questi , c ' è da dormire sonni tranquilli!! Arrivo a Ristonchi , altro paese. Decido di continuare a salire ancora! Inbocco la strada verso l ' Eremo di Campiglioni. Sempre terreno sterrato. Le pendenze non sono difficili. Arrivo al bivio per la foresta di Vallombrosa in poco tempo. Guardo quanto c ' ho messo ad arrivare fino a li : 1 ora!! Cavolo!!! Poco!! Vado che sembro " sparato a molla " !!! Decido al bivio di deviare verso il Passo della Consuma ( 1058 mt ). Abitano li dei miei amici... Per Pasqua vanno a sciare , x cui se li trovo in casa , faccio loro gli Auguri. Ed è cosi!! Mi offrono un caffè. 2 chiacchiere , qualche battuta , un saluto!! Riparto verso il ritorno a casa. Voglio passare dal paese di Castelnuovo. Per arrivarci , devo percorrere un sentiero trekking molto largo. Quasi una strada.... Il sentiero è in discesa fino al paese.... Comincio a prendere velocità!! Alle frenate più potenti , la bici non muove un capello!! Rilancio la pedalata per riprendere velocità!! Lei sempre ok!! La sospensione reagisce a dovere... Dal paese a casa mia il percorso è breve , circa 10 Km... Arrivo a casa. Scendo di sella , guardo la bici ed esclamo : " Sei stata grande!! ". Mi viene in mente il nome da darle : MOLOTHOFF . Giocando un pò sul mio soprannome , un pò sulla reattività con cui ha reagito a tutte le mie stimolazioni ( salti , frenate al limite , cambi veloci , .... ). La guardo ancora una volta , mentre la ripongo appesa al suo posto... Il fango attaccato al telaio e alle ruote testimoniano l ' uso che ne ho fatto oggi nella prova... Strizzo l ' occhio verso di lei... Poi guardo verso il fondo del garage e vedo la mia " Poderosa "... Tranquilla!! Per la nuova ho scelto un altro nome... Da oggi , lei sarà
" MOLOTHOFF "

3 commenti:

Alfabex ha detto...

.... e allora non mi resta altro che augurarti BUONE AVVENTURE!!!

Alex Vieri ha detto...

Grazie Alfabex!!! Sono sicuro ke quest'anno ne farò tanti di km in sella alla mia ARETE " Molothoff ".... Fango , polvere , pioggia , caldo , .... Sempre dando il massimo , sicuro di essere coadiuvato nel mio divertimento da un mezzo meccanico eccezionale!!! Un saluto e alla prox!!! Alex Vieri

Escursionista ha detto...

E bravo Alex, va a finere che tu smetti di venire a camminare e tu ti dedichi al ciclismo........
....., Spero di no, comunque bella bici davvero. Saluti e a presto.
Riccardo Guidi