mercoledì

La Formula Uno a Roma : che ne pensate??

E' di questi giorni la notizia :
Leggo sul settimanale AUTOSPRINT
che Maurizio Flammini,
organizzatore del campionato Superbike,
ha avanzato a Bernie Ecclestone,
Patron della F1,
la possibilità di organizzare a Roma il
Gran Premio d’Italia di Formula 1
ricavando un percorso cittadino nella zona dell’EUR.
Naturalmente Ecclestone,
sempre alla ricerca di nuovi stimoli per il pubblico,
si è detto subito interessato!!
La questione, però, è molto più complessa secondo me!!
In Italia il Gran Premio è praticamente sempre stato organizzato a Monza,
teatro di gare particolarmente avvincenti negli ultimi anni e con un afflusso di spettatori sempre alto.
Quindi non vedo il motivo di cambiare location, soprattutto in un periodo dove la Formula 1 sta perdendo molte piste storiche ( Gli appassionati lo sanno...)
Ma ci sono altri motivi molto importanti per essere critici alla proposta:
Primo, e non è da sottovalutare in questo periodo, i costi di gestione dell’evento. Bisogna tenere conto che per organizzare un GP cittadino non è abbastanza alzare dei guard rail, ma bisogna pensare alle tribune, alla sicurezza e alle infrastrutture per gli addetti ai lavori; chiedere agli organizzatori di Montecarlo e Valencia quali costi bisogna affrontare.
Secondo non bisogna dimenticare che in Italia abbiamo la fortuna di poter contare su piste bellissime, ma decisamente snobbate dai grandi eventi internazionali come Mugello, Imola, Misano, Adria e Vallelunga.
Imola è rinata dopo un periodo di ammodernamento, Adria ospita anche il FIA GT, il Mugello secondo me poi è la pista più bella del mondo, ma qui mi sento molto di parte, abitando a poche decine di km dall'impianto.
Quindi, secondo me, gli impianti già ci sono e sarebbe davvero uno spreco crearne uno non permanente, e per di più molto costoso!!
Voi che cosa ne pensate???

4 commenti:

Alessandro ha detto...

Una grandissima cazzata!

Alfabex ha detto...

Il tema è certo molto controverso e, da romana, anche a me sembra un evento che genera più problemi che benefici.

E' infatto indubbio che l'arrivo della Formula 1 nella capitale porterebbe dei benefici economici (diretti ed indiretti), ma è anche vero che una manifestazione di questa portata andrebbe pianificata, ragionata, prevista con cura sotto molteplici aspetti.

Ambiente, per l'inquinamento in primo piano, ma anche per l'impatto che determinate strutture hanno sul territorio ed in particolar modo su un ambiente urbano che, per quanto affascinante, è comunque di particolare "delicatezza".

Città, è pronta (cittadini, amministrazione, turisti, ecc) ad affrontare tutto ciò che comporta avere sotto casa il "circo della Formula 1"??? Penso al traffico, penso al fatto che un'intero quartiere (l'EUR) verrebbe bloccato per almeno una decina di giorni... se non di più. Penso alla pianificazione che un tale evento dovrebbe avere (nel breve e lungo periodo) e che, a mio parere, questo tipo di Amministrazione non riesce a fare e prevedere...

'Paese Italia' : siamo sicuri, come giustamente fa notare Alessio, che non ci siano in Italia altre possibilità, altre piste, altri luoghi (non cittadini) di altrettanto fascino?

Montecarlo è Montecarlo... la pista cittadina del Principato esiste dall'inizio della storia della Formula 1 e porta con sè tutta la magia di un periodo e di una storia che altra piste cittadine, di nuova invenzione, non potranno mai avere...

Escursionista ha detto...

Un modo elegante per spendere soldi in malomodo e creare un altro castello in aria che l'Italia è piena. Chi sostiene questi progetti secondo me non conosce i reali problemi di tutti i giorni e se anche li conosce se ne frega. In un momento che si parla di crisi, problemi ambientali ed ecologici ci fanno queste proposte! fate voi!!!
saluti Riccardo

Ty ha detto...

Non sono molto d'accordo....quanti soldi spesi quando servirebbero per ben altro!